Laboratorio Teatro di Comunità

Il Laboratorio, che funzionerà tutti i giorni della Summer School costituisce la principale attività della Summer School. 
Nel corso di nove intensissimi giorni, i partecipanti con l'ausilio di un'équipe multidisciplinare, costruirà una drammaturgia, attraverso una operazione di scrittura collettiva, elaborerà delle azioni teatrali, rinverrà le musiche idonee ad accompagnare la scena, realizzerà insomma uno spettacolo che con vividezza di gesti e di immagini, di suoni e di emozioni restituisca, durante l'ultimo serata della Summer School, i contenuti elaborati.
La drammaturgia scaturirà dalle storie raccolte durante le attività che precedono la Summer School e che abbiamo denominato "Verso la Summer2013", a cui hanno preso parte gli allievi dell'edizione passata della scuola, e che attraverso una sorta di passaggio di testimone, consegneranno i materiali di scrittura selezionati affinché vengano letti ed elaborati dai loro colleghi dell'edizione 2013.

L'équipe di intervento risulta così costituita

ANTONIO DAMASCO - Il percorso con i partecipanti al laboratorio si svilupperà, con citazioni derivanti anche da produzioni realizzate dal Teatro
delle Forme, sulle tematiche relative alle migrazioni , traducendo in scena la ricerca fatta sul territorio dal gruppo di drammaturgia, secondo una sorta di religiosita' laica, in modo che l'attore ed il suo corpo si facciano dialogo tra generazioni e che la piazza torni ad essere il luogo dove tutto questo debba accadere.

Antonio Damasco (1972). Attore e regista teatrale, Direttore Artistico. Formazione: Edoardo Sanguineti,Enzo Moscato (Nuova drammaturgia napoletana), Ugo Chiti, autore e regista teatrale e cinematografico, Roberto Tessari( docente D.A.M.S. Torino). Fondatore e Presidente del Teatro delle Forme, Fondatore e Direttore Rete Italiana di Cultura Popolare. Progetti teatrali originati dall'incontro con il rito e l'innovazione,nel solco dell'oralità, di partecipazione attiva.


ADA MANFREDA - Ha preso parte al 'Viaggio a le Calabrie' raccogliendo le narrazioni dei testimoni con i quali è stato ripercorso l'itinerario di migrazione stagionale dei contadini salentini
verso le terre del tarantino e del materano a coltivare e lavorare il tabacco.
Ha curato insieme a Mauro Marino il Laboratorio di scrittura condivisa "Verso la Summer2013", finalizzato alla cocostruzione di un canovaccio narrativo da consegnare al Laboratorio di Teatro di Comunità all'avvio della Summer School, a partire da letture, riscritture e storie raccolte sui libri, sui giornali, online e dalla viva voce di testimoni e protagonisti dei temi oggetto di questa edizione.
Durante la Summer collaborerà nell'équipe di lavoro del Laboratorio di Teatro di Comunità finalizzato all'allestimento di una performance di restituzione delle storie e delle narrazioni del laboratorio di scrittura.
Cura la comunicazione degli eventi della Summer School.

Ada Manfreda è laureata in Scienze Pedagogiche all'Università del Salento, presso cui attualmente è dottoranda di ricerca in Scienze della mente e delle relazioni umane; è direttrice editoriale della rivista "Amaltea. Trimestrale di cultura". Suoi interessi di ricerca: mappatura dei bisogni, metodo narrativo per l'intervento formativo e sociale, pratiche di riconoscimento nelle dinamiche identità/alterità. È tra i soci fondatori di EspérO srl, SpinOff dell'Università del Salento, per la ricerca applicata al campo della formazione avanzata. (www.adamanfreda.it).


LUIGI MENGOLI - Nel Laboratorio egli propone una serie di librerie di suoni, che, dopo discussione nell'ambito del gruppo, verranno selezionati a sonorizzare, assieme a momenti musicali, a cui egli contribuirà assieme agli altri musicisti presenti tra i formatori. Metterà a disposizione, all'occorrenza, alcuni canti contadini presenti nell'Archivio etnografico e musicale "Pietro Sassu", che egli ha creato nell'ambito dell'Università della Musica e delle Arti "P. E. Stasi" di Spongano (Le).

Luigi Mengoli è diplomato in Chitarra e in Musica elettronica al Conservatorio di Musica "T. Schipa" di Lecce. All'attività dell'intensa ricerca nel campo etno-musicologico ha affiancato la sperimentazione compositiva, a partire dall'approfondimento delle linee operative tracciate dalla musica concreta e delle prospettive teoriche disegnate da Murray R. Schafer, fondatore dell'ecologia sonora e del design acustico. Suoi brani sono stati eseguiti a Trento, Lecce, Bari, Roma, Osaka (Japan).


VALENTINA PADOVAN, operatrice culturale, collabora con il Teatro delle Forme, è redattice di Tradiradio, la web-radio della Rete Italiana di Cultura Popolare. Nel contesto del laboratorio affiancherà Antonio Damasco e Ada Manfreda nella conduzione delle attività di drammaturgia e messa in scena della performance.

MAURO MARINO, che ha collaborato nella fase di raccolta e primissima revisione delle storie, con Ada Manfreda, supporterà gli allievi del Laboratorio nell’ulteriore elaborazione delle narrazioni e coadiuverà Antonio Damasco e Ada Manfreda nel lavoro di facilitazione della scrittura collettiva della drammaturgia.

SALVATORE COTARDO e ROCCO DE SANTIS completano l’équipe dei formatori musicisti. Salvatore Cotardo, componente dei Ghetonìa, uno dei gruppi storici della tradizione etno-musicale salentina, clarinettista, docente presso la scuola ad indirizzo musicale, ha costituito una banda di giovanissimi, che, in varie configurazioni, suonano insieme in svariate situazioni. Nella Summer una banda di sei strumentisti a fiato sarà adisposizione delle esigenze del Laboratorio. Rocco De Santis, cantautore griko, figlio di Cesare De Santis porterà nel Laboratorio le sonorità della lingua e della musica grike, nonché le storie lasciategli in eredità dal padre, poeta contadino.

EMANUELE DE MATTEIS e LAURA GIANNOCCARO sono due attori che, con la loro associazione “Cerchi d’acqua”, sviluppano origianali ipotesi di teatro sociale. I due nell'ambito del Laboratorio si preoccuperanno di fornire agli allievi i rudimenti fondamentali della recitazione, onde metterli nelle condizioni di pervenire ad una performance soddisfacente.

Laura Giannoccaro è presidente dell’Associazione Cerchi D’Acqua vincitrice del bando  Principi Attivi 2010- Giovani idee per una Puglia migliore-  con il progetto “I semi della diversità”.   Attrice teatrale e operatrice culturale, coniuga l'impegno professionale in ambito sociale con il suo  vivo interesse per il teatro. È  diplomata al Liceo Socio-Pedagogico e laureata in  Scienze Sociali,  Politiche e del Territorio e in Scienze Pedagogiche presso la Facoltà di Scienze della Formazione  dell’Università del Salento. Parallelamente, nel corso degli studi umanistici e sociali, si forma e  si occupa di teatro.  Collabora con diverse compagnie del Salento per la produzione di spettacoli,  performance, attività laboratoriali. In particolare collabora in qualità di attrice professionista con  TerramMare Teatro per la residenza “Teatri Abitati”promossa dalla Regione Puglia nell’ambito del teatro- ragazzi e con Ulysse Production per il teatro adulti. Si occupa inoltre, di formazione teatrale e conduce o co-conduce come esperta di teatro, laboratori teatrali nelle scuole della provincia 
nell'ambito dei Pon 2007/2013. Collabora con la cattedra di teatro-d'animazione del Prof.Colazzo in  progetti di teatro di comunità nell'ambito degli interventi promossi dal Laboratorio Memoria attivo nella Facoltà di Scienze della Formazione. Ha condotto inoltre, laboratori di teatro-sociale in una  comunità di riabilitazione psichiatrica e una comunità alloggio di madri con minori in situazione di  disagio sociale.

Emanuele De Matteis  operatore culturale e artista visivo. Diplomato presso l’Istituto Statale  d’arte e laureato all’Universita’ di Lecce indirizzo beni mobili artistici, pittore e scultore, ha partecipato a corsi teatrali da oltre 10 anni collaborando con associazioni e cooperative teatrali  operanti nel salento  e in italia: Prosarte, Terrammare teatro, Itaca Min far shus, teatro le Giravolte.  Come attore ha partecipato a numerosi spettacoli: Cento, Riciclo, le donne di Ulisse ecc.. Da circa  cinque anni conduce laboratori teatrali per adulti,  nelle scuole nell’ambito dei Pon 2007/2013, laboratori manuali  didattici sulla costruzione di maschere e di burattini. Ha collaborato con il Dipartimento di Storia, Società e Studi sull’uomo dell’Università del Salento come esperto teatrale e performer e condotto insieme alla dott.sa Laura Giannoccaro un  Laboratorio di teatro sociale con utenti della  comunità di terapeutica –riabilitativa di Casarano, ST. 
RE.P. Nel 2012- 2013 ha partecipato al  progetto “I semi della diversità” dell’associazione  Cerchi d’Acqua vincitrice del bando Principi Attivi 2010- Giovani idee per una Puglia migliore.

Cerchi D'Acqua è un'associazione culturale nata a seguito della vincita del bando Principi Attivi  2010- Giovani idee per una Puglia migliore-  con il progetto “I semi della diversità”. L'associazione  "Cerchi D'Acqua” si occupa di promuovere l'inclusione sociale e la biodiversità culturale presso  i soggetti della società civile e promuovere le pratiche di dialogo interculturale sin dalla tenera età.  Il suo veicolo privilegiato è il teatro o nella sua definizione precisa, il  teatro- sociale o teatro di comunità.Cerchi d'Acqua ha infatti collaborato alla Summer School- Arti performative e Community care dal 3 al 7 settembre 2012 presso Carpignano Salentino. L'iniziativa, promossa dal Consiglio Didattico dei Corsi di Area Pedagogica, dal Dipartimento di Storia, Società e Studi sull'Uomo e dalla rete italiana di cultura popolare, è stata incentrata sulle metodologie delle arti performative e sul dispositivo del baratto per realizzare l'intervento formativo-sociale nelle comunità. Attualmente  l'associazione, con il progetto “I Semi della Diversità” patrocinato del Comune di  Lecce e con il partenariato del Dipartimento di Storia, Società e Studi sull'Uomo dell'Università del Salento, ha realizzato un intervento di pratica interculturale di comunità per il Quartiere "Le Giravolte" di Lecce  coinvolgendo gli istituti comprensivi di Lecce e le famiglie  in una logica di  rete e utilizzando le metodologie di intervento formativo e sociale.


Comments