Soggetti promotori edizione 2013

EspèrO srl è un'azienda spin-off dell'Università del Salento, promossa dal prof. Salvatore Colazzo, titolare della cattedra di Pedagogia Sperimentale. Presidente è l'ing.Maria Grazia Celentano. La sua mission è la formazione degli adulti, intesa come preziosa occasione per attivare e promuovere, nei soggetti con cui entriamo in contatto, dei percorsi di reale sviluppo e potenziamento del sé, della relazionalità intersoggettiva, delle capacità progettuali nei confronti di se stessi e verso i contesti di vita/lavoro/relazione entro cui ci si trova immersi quotidianamente.
Si rivolge pertanto a chiunque voglia, per lavoro o per desiderio di crescita e sviluppo personale, conseguire maggiori livelli competenziali in campo emotivo-relazionale, che oggi giocano un ruolo decisivo nei percorsi esistenziali e lavorativi, e una consapevolezza maggiore delle proprie risorse cognitive e delle proprie abilità, premessa indispensabile per disegnare un percorso di expertise. 
Sito internet: http://www.netespero.it.

Università del Salento. E' presente nella Summer School attraverso il Dipartimento di Storia, Società e Studi sull'Uomo, che patrocina l'iniziativa e il Consiglio Didattico dei Corsi di Area Pedagogica, che finanzia il Ciclo di Seminari e le Conversazioni/Performance.

Città di Nardò. Nardò è il secondo centro della provincia di Lecce. Sorge in posizione pianeggiante a sud-ovest del capoluogo provinciale e include un tratto della costa ionica del Salento.È posto sul versante ionico del Tavoliere Salentino. La parte settentrionale del territorio comunale è compresa nella Terra d'Arneo, ovvero in quella parte della penisola salentina compresa nel versante ionico fra San Pietro in Bevagna e Torre dell'Inserraglio e che prende il nome da un antico casale, attestato in epoca normanna e poi abbandonato, localizzabile nell'entroterra a nord-ovest di Torre Lapillo. Nella Terra d'Arneo nell'immediato dopoguerra ebbero luogo le lotte contadine con occupazione delle terre incolte che costituivano il latifondo proprietà della famiglia Tamborrino di Maglie.  La reazione delle forze dell'ordine portò all'arresto di numerosi contadini e sindacalisti e al conseguente processo, che vide impegnati come patrocinatori numerosi avvocati provenienti da tutt'Italia, che avevano sposato la causa dei contadini d'Arneo. La Terra d'Arneo tuttavia, inserita nella Legge Stralcio di riforma del latifondo, fu avviata alla bonifica, venendo incontro sostanzialmente alle richieste dei contadini neretini. 
In precedenza Nardò era entrata nelle cronache nazionale perché,  tra il 1943 e il 1957, l'esercito Alleato decise di ospitare nella frazione di Santa Maria al Bagno oltre centomila Ebrei scampati ai campi di sterminio nazisti e in viaggio verso il nascente Stato di Israele. Qui alcuni edifici vennero convertiti alle nuove esigenze. In una casa nella piazzetta venne ospitata la sinagoga e nella masseria Mondonuovo venne realizzato il kibbutz Elia. Tra i numerosi ospiti figuravano anche i nomi di Ben Gurion, Moshe Dayan, e Golda Meir. Per l'ospitalità dimostrata, il 27 gennaio 2005, il Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi conferì alla città di Nardò, la Medaglia d'oro al merito civile
Attulamente sindaco della Città di Nardò è l'avv. Marcello Risi.

Comune di Carpignano Salentino. Carpignano Salentino si trova nel Salento in provincia di Lecce. Comprende la frazione di Serrano, distante 1 km.
Dista circa 25 km dal capoluogo in direzione sud-sud-est e 10 km dalla costa adriatica della penisola salentina. La località marittima più vicina è Torre Sant'Andrea, afferente al comune di Melendugno, mentre Otranto è a circa 15 km.
Situato sull’antico asse viario della via Traiana–Costantiniana. Posto a circa 70 m sul livello del mare, ha una popolazione di 3.900 abitanti, compreso il vicino centro di Serrano, divenuto frazione del comune carpignanese all’indomani dell’Unità d’Italia.
Attualmente sindaco è il dott. Roberto Isola.

Unione dei Comuni della Grecìa Salentina. La Grecia Salentina è un'isola ellenofona, in cui si parla un dialetto denominato griko. L'Unione dei Comuni della Grecìa Salentina è un Consorzio di Comuni, patrocinato anche dall'Unione Europea. Ai nove comuni facenti parte dell'area ellenofona, peraltro tutelata dalla legge nazionale sulle minoranze linguistiche, se ne sono successivamente aggiunti Cutrofiano e Carpignano Salentino, in cui anticamente si parlava il griko, ma che da tempo lo hanno del tutto abbandonato.Nel 2007 ai nove comuni originari si sono, infatti, aggiunti altri due non ellenofoni, che sono entrati a far parte dell'Unione dei Comuni della Grecìa Salentina, comprendente circa 54.000 abitanti. I comuni dell'Unione condividono una serie di servizi comprensoriali. Dell'Unione dei Comuni della Grecìa Salentina fanno parte: Calimera, Carpignano Salentino, Castrignano de' Greci, Corigliano d'Otranto, Cutrofiano, Martanom Martignano, Melpignano, Soleto, Sternatia, Zollino, Sogliano Cavour. L'Unione dei Comuni della Grecìa Salentina nel 2001, per iniziativa dei nove comuni ellenofoni, viene istituita l’Unione dei Comuni della Grecìa Salentina. Dal 1º gennaio 2005 anche il comune di Carpignano Salentino entra a far parte dell’ente; il 1º gennaio 2007 vi aderisce il comune di Cutrofiano. L’Unione dei Comuni è un Ente Locale con autonomia statutaria nell’ambito dei principi fissati dalla Costituzione, dalle norme comunitarie, statali e regionali.

Cooperativa Sociale "Ambisco" di Martano (Le). Costituita da giovani operatori, lavora nel contesto dei servizi alla persona. Condividendo la mission della Summer School, ha voluto aderirvi considerandola preziosa occasione formativa per i suoi soci.

Associazione Officine Culturali di Carpignano Salentino (Le). Il Gruppo di ricerca, documentazione e promozione “Officine Culturali” nasce dall’idea di alcuni giovani carpignanesi, legati all’Odin Teatret di Eugenio Barba e alle sue esperienze, basa la sua attività sulla ricerca nel campo della cultura e delle tradizioni popolari.
E’ formato da più gruppi con varie competenze: documentazione, teatro, progettazione, di bilancio. Ogni gruppo è chiamato “officina” ed è coordinato da un responsabile, che a sua volta fa parte del gruppo di coordinamento (o consiglio direttivo). Ha sposato l'idea della Summer School, in quanto essa riesce originalmente a recuperare la propensione al sociale dell'Odin Teatret e valorizza il territorio di Carpignano Salentino, esaltando la sua vocazione alla solidarietà e all'interculturalità. 

Cantieri Teatrali KorejaLa Cooperativa Koreja nasce nel 1985 ad Aradeo (Le) ed inizia a svolgere attività teatrale e culturale proponendosi come centro di produzione, ricerca e promozione teatrale rivolta ad un vasto pubblico. Nel corso degli anni, Koreja diventa luogo di incontro non solo per le giovani generazioni, ma anche per un pubblico popolare e non televisivo.
Nel 1999 la Cooperativa Koreja diviene Cantieri Teatrali Koreja e decide di spostare la propria sede nella periferia leccese, ristrutturando una ex fabbrica di mattoni: un’area di 3000 mq progettualmente ripensata per cultura e spettacolo. Un luogo composito, dotato di spazi all’aperto e al chiuso per teatro, danza, musica, cinema, video, arti figurative, nuove tecnologie della comunicazione. Dal 2003, la Cooperativa è riconosciuta dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali come Teatro Stabile d’Innovazione del Salento. La direzione artistica è curata da Salvatore Tramacere, la direzione organizzativa da Franco Ungaro. Attualmente la Cooperativa occupa in maniera stabile 20 persone tra i 25 e i 50 anni fra cui 12 soci ed è fortemente radicata sul territorio. Sviluppa numerosi progetti di cooperazione artistica e culturale, soprattutto con i paesi dell’area del Mediterraneo portando i propri spettacoli e laboratori nel Nord Europa, in Serbia, Bosnia, Montenegro, Albania, Grecia, Cipro, Tunisia e persino in Iran.
L’interazione tra i diversi momenti che compongono l’evento artistico, produzione, programmazione e formazione, l’individuazione di un contesto di destinatari/spettatori ben identificabile, popolare e giovanile, la scelta di campo della contemporaneità come ricerca sul “nuovo”, l’ospitalità e la polifunzionalità, rappresentano i cardini del modello artistico realizzato che vede, annualmente, un transito di quasi 20.000 spettatori di tutte le età.


Ulteriori soggetti che sostengono le iniziative della Summer School.
- Provincia di Lecce
- GAL "Isola Salento", Martano (LE)
- Ambito Sociale di Martano (LE)
- Antenna Locale della Rete Italiana di Cultura Popolare, costituita presso l'Università del Salento.
- Università Popolare della Musica e delle Arti "Paolo Emilio Stasi" di Spongano (LE)
 - Cooperativa Sociale Laciodrom di Veglie
- Associazione di Promozione Sociale "Artémis", Lecce
- Associazione Culturale "Improvvisart", Lecce. 
- Associazione Culturale "Protocaos", Galatone (LE) 
- Associazione Culturale "Cerchi d'Acqua", Lecce, 
- Associazione Agimi di Maglie (Lecce) 
- Officinemazione di Manfredonia 
- Associazione Terra del Fuoco Mediterranea
- Associazione "Festa te lu mieru", Carpignano Salentino
- Amaltea edizioni
- Cooperativa Sociale Kalé, Melpignano (LE)
- Associazione Culturale "Fondo Verri", Lecce
- Parco Turistico Palmieri, Martignano (LE)
- Associazione culturale MILLe20, Lecce 
- Associazione Bluesea formazione, Carmiano (LE)
- U.S. ACLI – Regione Puglia - Bari 
- Apressl   - (Ass. Europea di Promozione, Ricerca, Sviluppo dei Sistemi Locali) Lecce
- Associazione "L'ARCA", Martano (LE)
- Cooperativa Sociale "ARCOBALENO", Castrì di Lecce (LE) 
- Associazione "Festa te lu mieru", Carpignano Salentino (LE)
- Associazione Culturale "Join", Castrignano de' Greci (LE)
- Associazione "Nomèni per Antonio Montinaro", Calimera (LE)
- Associazione "Fratres", Carpignano Salentino (Le)

Comments